mercoledì 21 dicembre 2011

Proesia Veritiera

Senza speme additasti
ché il tapino venisse
riconosciuto qual'era:
poco di buono e furfante
e come la sibilla ti disse
cacciato fosti
con infamia


Nessun commento: