lunedì 15 agosto 2011

Proesia Dolente

Ieri ho vissuto la felicità
sapevo bene avesse viso giocondo
le fauci d'ebbro riso
un'ampiezza di vedute larghissima.
La felicità è in continuo essere
è'l sorriso d'asino che allunga
passo dopo passo.
Ma ora sono caduto in basso
a continuar a scrivere
codesta cosa qui.




Nessun commento: